Valutazione e RAV (rapporto di autovalutazione)

Il processo di valutazione è permanente e si esplica a più livelli, con lo scopo di innalzare la qualità dell’insegnamento, tenendo conto delle necessità degli alunni.
Accanto ad una valutazione esterna, a campione, attuata dal Ministero della Pubblica Istruzione (SNV = Sistema Nazionale di Valutazione), è presente un sistema di valutazione interna che, oltre a riguardare il livello di apprendimento raggiunto dagli studenti, si propone di accertare l’adeguatezza dell’attività didattica ed educativa, della Progettualità d’Istituto e il grado di soddisfazione dell’utenza circa i servizi offerti.
Il suo fine ultimo è quindi il controllo dei processi attivati per il raggiungimento dei risultati attesi.
……………………………………………………………………………………………………………….
VALUTAZIONE ESTERNA

CHI VIENE
VALUTATO
CHI VALUTA CHE COSA SI
VALUTA
STRUMENTI DI
VALUTAZIONE
L’Istituzione
Scolastica (studenti)
Ministero della
Pubblica Istruzione
Rilevazione
INVALSI( Istituto
nazionale per la
valutazione del
sistema di istruzione
e formazione )
Livello di insegnamento e apprendimento nelle classi:

2^ e 5^ – Scuola Primaria

3^ – Scuola Secondaria di Primo Grado

(Prova Nazionale)

Prove oggettive
( a risposta multipla) relative a:
– Italiano- Matematica- Inglese
…………………………………………………………………………………………………………….
VALUTAZIONE INTERNA

CHI VIENE
VALUTATO
CHI VALUTA CHE COSA SI
VALUTA
STRUMENTI DI
VALUTAZIONE
Alunno Docenti dei tre ordini
di scuola
– Comportamento
– Socializzazione
– Partecipazione
– Autonomia
– Abilità
– Capacità
– Competenze
– Apprendimento
– Grado di maturazione   globale – – Progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza
Infanzia °
– Osservazione diretta
-Griglie di rilevazione
-Schede di verifica e   valutazione
-Valutazione sommativa
  Primaria°°  e    
  Secondaria°°°
– Prove comuni d’Istituto, per classi parallele, iniziali, intermedie e finali.
– Prove scritte: oggettive,
a domande aperte,
prove miste
– Interrogazioni orali
– Schede di valutazione
– Certificazione delle
Competenze 
Attività educativa
e didattica
(autovalutazione)
Docenti dei tre ordini
di scuola
– Raggiungimento degli
obiettivi nelle singole
discipline
-Efficacia delle attività
svolte in compresenza
-Coordinamento nei
team e nei consigli di
classe
– Adeguatezza di
strategie e metodologie
didattiche
– Programmazione per classe (Secondaria) e classi parallele
(Infanzia e Primaria)
Dipartimenti disciplinari (Secondaria)
-Analisi della situazione della classe nei Consigli
di intersezione (Infanzia)
Consigli di interclasse
(Primaria)
Consigli di classe (Secondaria)
Attività progettuale Docenti dei
progetti
Validità e gradimento
dei progetti attuati
-Questionario di      gradimento
Grado di
soddisfazione
dell’utenza / del
servizio erogato
– Alunni
– Genitori
– Docenti
– Personale ATA
– Alunni dei laboratori
– Genitori e alunni
Il grado di
soddisfazione
dell’utenza in merito
all’attività svolta dai
docenti e
all’organizzazione
dell’Istituto
Questionari proposti
all’utenza (interna ed esterna) e loro
rielaborazione

 

°-Nella Scuola dell’Infanzia è prevista la compilazione di griglie individuali di rilevazione in entrata per tutti i bambini; schede di verifica e valutazione per i bambini in uscita; valutazione sommativa sui percorsi di  apprendimento/insegnamento/crescita per tutti i bambini.

°°- Nella Scuola Primaria la consegna delle schede di valutazione ha scadenza quadrimestrale; certificazione competenze acquisite al termine  del ciclo d’istruzione.

°°° – Nella Scuola Secondaria di Primo Grado la consegna delle schede di valutazione ha scadenza quadrimestrale ed ogni bimestre, viene inoltre consegnata alle famiglie la scheda di comunicazione sull’andamento generale dell’alunno; certificazione delle competenze.

 Descrittori voti classi 1^ (scarica file in .pdf)
 Descrittori voti classi 2^ (scarica file in .pdf)
 Descrittori voti classi 3^ (scarica file in .pdf)
 Descrittori voti classi 4^ (scarica file in .pdf)
 Descrittori voti classi 5^ (scarica file in .pdf)
 Valutazione del comportamento (scarica file in .pdf)
 Certificazione delle competenze al termine della Scuola Secondaria 1^ grado (scarica file in .pdf)
 Griglia certificazione delle competenze Scuola Secondaria di primo grado (scarica file in .pdf)
.………………………………………………………..
Criteri e strumenti di valutazione per la Didattica a distanza (DaD)
La sospensione della didattica in presenza dal 5 marzo 2020 ha implicato la necessità di riflettere su modalità e criteri di verifica e valutazione della didattica a distanza per rendere proficua l’azione educativo-didattica nei confronti dei nostri alunni.
Nel contesto nuovo della didattica a distanza, dove vengono richieste competenze trasversali, responsabilità e impegno nell’interazione con la scuola e con i docenti, la valutazione non può essere basata esclusivamente sugli apprendimenti disciplinari, ma deve privilegiare modalità di verifica e valutazione di tipo formativo.
In conformità delle Ordinanze ministeriali n. 9 “Ordinanza concernente gli esami di Stato nel primo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2019/2020” e n. 11 “Ordinanza concernente la valutazione finale degli alunni per l’anno scolastico 2019/2020 e prime disposizioni per il recupero degli apprendimenti” del 16 maggio 2020, il Collegio dei Docenti dell’I.C.S. “Sperone-Pertini”,in data 27 maggio 2020, nell’esercizio della propria autonomia deliberativa, ha integrato i criteri di valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni, già approvati nel piano triennale dell’offerta formativa, e ha predisposto le modalità e i criteri per la valutazione dell’elaborato finale degli gli esami di Stato.
 Griglia di rilevazione/osservazione per la valutazione formativa delle attività di didattica a distanza (scarica file in .pdf)
 Griglia di corrispondenza tra il voto assegnato e i descrittori del comportamento (scarica file in .pdf)
 Integrazione alla Rubrica di valutazione del comportamento – Scuola Secondaria Primo Grado (scarica file in .pdf)
 Piano di Apprendimento Individualizzato – Ai sensi dell’art. 3 comma 5 dell’OM 11/2020 (esclusi gli alunni delle classi V primaria e III secondaria di I grado) (scarica file in .pdf)
 Tabella di valutazione finale – Scuola primaria (scarica file in .pdf)
 Piano di Integrazione degli Apprendimenti (PIA) (Art. 6 comma 2 OM 1/2020) (scarica file in .pdf)
 Tabella di valutazione finale – Scuola secondaria di I grado (scarica file in .pdf)
 Vademecum ESAMI DI STATO nel primo ciclo di istruzione (scarica file in .pdf)
 Valutazione degli alunni disabili (scarica file in .pdf)
………………………………………………………………………………………………………………………………….
Il Sistema Nazionale di Valutazione, adottato con il D.P.R. n.80/2013, prevede che le tutte le scuole italiane elaborino il Rapporto di Auto Valutazione (R.A.V.) secondo un preciso format predisposto dal Ministero. La successiva Direttiva n.11/2014 ha dato attuazione con le priorità strategiche del Sistema Nazionale di Valutazione per gli anni scolastici 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017.
Il format per il R.A.V. è stato elaborato dall’INVALSI. Il documento è articolato in 5 sezioni con 49 indicatori attraverso i quali le scuole potranno individuare i loro punti di forza e debolezza, mettendoli a confronto con dati nazionali e internazionali, ed elaborare le strategie per rafforzare la propria azione educativa. Nel R.A.V. sono forniti i dati informativi e statistici sugli aspetti fondamentali del funzionamento (livelli di apprendimento, organizzazione didattica, esiti scolastici, utilizzo delle risorse umane e finanziarie) messi già a disposizione del Ministero su “Scuola in chiaro”, dall’INVALSI e da altri soggetti istituzionali (Istat, Ministero del Lavoro, etc). Inoltre, e’ presente una sezione per ulteriori informazioni di competenza diretta delle scuole.
La C.M. n.47/2014 e la Nota n.1738/2015 hanno stabilito i tempi per la redazione e la pubblicazione del rapporto di autovalutazione (R.A.V.) che coinvolge tutte le scuole.
Per l’a.s.2014/15, le Note n.ri 5983/2015 e 7904/2015 hanno dato indicazioni per la chiusura dei R.A.V. e per la predisposizione dei Piani di Miglioramento (P.d.M.).
Per l’a.s.2015/16, le Note n.ri 4173/2016 e 6809/2016 hanno dato indicazioni per la conferma, revisione o nuova compilazione dei R.A.V..
Nell’a.s.2016/17, si sono succedute: la Nota n.2182/2017 che ha dato indicazioni sullo sviluppo del Sistema Nazionale di Valutazione e sul raccordo con il nuovo il Piano triennale dell’offerta formativa (PTOF), e la Nota n.5204/2017 sulla riapertura del Rapporto di autovalutazione.
Per l’a.s.2017/18, la Nota n.7985/2018  ha dato indicazioni per la conferma, revisione o nuova compilazione dei R.A.V.
Per l’a.s.2018/19, la Nota n.17832/2018 ha fornito indicazioni per il nuovo P.T.O.F. 2019/2022 ed il raccordo con il P.d.M.
Il R.A.V. viene anche pubblicato dal Miur sul portale “Scuola in chiaro”:
Pagina del Miur su “Scuola in Chiaro“: clicca per visualizzare (LINK ESTERNO)
…………………………………………………………………………………………………………………………………….
AUTOVALUTAZIONE  INTERNA
L’Istituto ha la responsabilità dell’autovalutazione, la cui funzione è quella di introdurre modalità riflessive sull’intera organizzazione dell’offerta educativa e didattica della scuola, ai fini del suo continuo miglioramento, anche attraverso dati di rendicontazione sociale o dati che emergono da valutazioni esterne.
L’Istituto si propone di valutare:
    • le modalità con cui si relaziona con l’ambiente esterno, ovvero la capacità di progettare e realizzare percorsi formativi che tengano conto in misura adeguata della realtà del territorio in cui l’istituto opera e dei fabbisogni formativi specifici degli allievi;
    • la gestione dell’istituzione scolastica, la capacità di utilizzare le risorse disponibili secondo logiche di efficienza e di efficacia, mediante un processo di responsabilizzazione e coinvolgimento di tutto il personale sia negli aspetti organizzativi sia in quelli gestionali mediante modelli di rendicontazione, didattica per i docenti  e finanziaria per il personale ATA, dei progetti attivati nell’Istituto.
Nell’anno scolastico 2013/2014 l’istituto è stato selezionato casualmente per partecipare al progetto  Valutazione e Miglioramento  che riguardava la valutazione degli esiti e dei processi relativi all’ambiente organizzativo e alle pratiche educative a livello di scuola. Questo percorso ha previsto la visita a scuola da parte di un team di valutatori , la restituzione alla scuola di un rapporto di valutazione individualizzato e l’indicazione delle azioni di miglioramento.
Per i suddetti motivi è stata istituita una commissione di lavoro costituita dal Dirigente scolastico, da alcuni membri dello staff di dirigenza, dal Dsga, da una componente genitori che vanno a formare il NIV.
Successivamente il nucleo di Autovalutazione ha partecipato alle varie fasi progettuali proposte per arrivare alla redazione di un PIANO di MIGLIORAMENTO.